Spedizione gratis sopra i 99.90€!

Lista dei desideri (0)

Le punture di insetto

Sono tante le specie di insetti che facilmente pungono gli esseri umani, e sebbene sia una cosa comune e dagli effetti temporanei, è allo stesso tempo un fenomeno fastidioso e a volte doloroso. Succede specialmente nelle stagioni più calde, primavera ed estate, sia perché si è più scoperti e si vive di più all’aria aperta, sia per l’aumento dei pollini e la diminuzione di freddo. Gli animaletti che svolgono questo tipo di azione sono per lo più zanzare, pulci, moscerini, pappataci e zecche, che attaccano la nostra pelle pungendola allo scopo di nutrirsi del sangue. Api, vespe, formiche e calabroni invece si sentono in dovere di difendersi dalla presenza dell’essere umano, pungendolo istintivamente, provocandogli un dolore più immediato.

Durante il momento in cui si viene punti, vengono iniettati nella cute allergeni, veleni o altre sostanze che irritano e scatenano un forte prurito e gonfiore.

Nonostante siano quasi sempre innocue, le punture da parte degli insetti non vanno sempre sottovalutate, poiché possono generare una reazione allergica seguita da shock anafilattico e altre situazioni problematiche che possono portare a conseguenze molto gravi.

Si assiste in principio ad un arrossamento della pelle nel punto circostante alla puntura, dolore, bruciore, prurito e gonfiore più o meno forte, nel gergo pomfo. Va considerata sempre l’entità della puntura, da quale insetto è stata effettuata e in quale zona. Questi sintomi possono sparire nel giro di qualche ora o al massimo entro 2 o 3 giorni, a volte lasciando un piccolo segno per qualche tempo, che sparisce poi spontaneamente.

Chi sa o pensa di essere allergico o sensibile alle punture di insetto deve apportare qualche accorgimento in più alla vita di tutti i giorni; se per esempio se si trova in campagna deve portare con sé un farmaco specifico da utilizzare nell’immediato in caso di attacco da insetto.

Quando si viene punti, in generale è consigliato non grattare la parte della pelle in questione, per evitare un peggioramento che può portare ad irritarla maggiormente. Esistono diversi prodotti farmaceutici utili a calmare gli effetti delle punture, ma più che altro non resta che aspettare che i sintomi passino da soli. Per alleviare il bruciore si può applicare del ghiaccio sulla parte colpita.