Spedizione gratis sopra i 99.90€!

Lista dei desideri (0)

Il mal di stomaco

Il mal di stomaco è uno di quei disturbi molto diffusi che si presenta nella parte superiore o centrale dell’addome, ed è il più delle volte un fastidio passeggero.

Può essere provocato da moltissime cause, e se non tende a scomparire spontaneamente e si ripete con frequenza, è importante conoscere l’origine del problema. Gastriti e reflusso gastroesofageo sono i fattori che più comunemente scatenano dolori e fitte alla pancia, così come episodi di ansia, stress e agitazione. Abuso di alcol, stitichezza, flatulenza, problemi legati alla digestione e ciclo mestruale sono tra le altre cause più comuni. Nei casi più gravi, il mal di stomaco è un sintomo di patologie come ad esempio l’ulcera o i calcoli biliari.

Chi ne è colpito sente improvvisamente un senso di malessere e fastidio accompagnato da fitte, pesantezza e gonfiore, nausea e bruciore.

Piccoli accorgimenti nella vita di ogni giorno possono aiutare a prevenire l’insorgere dei dolori all’addome e allietarne i sintomi qualora questi si presentassero.

L’alimentazione ricopre un ruolo molto importante per chi soffre di disturbi allo stomaco, e per questo è bene innanzitutto non esagerare mai con le quantità di cibo e preferire alimenti leggeri e facili da digerire. Evitare inoltre la caffeina e le bevande gassate.

Eliminare fumo e alcol è fondamentale.

Quando i dolori provengono da uno stato di tensione emotiva, massaggi e tecniche di rilassamento specifiche rappresentano una soluzione più che valida nella lotta al mal di stomaco.

Tra i rimedi naturali da praticare a casa, uno dei più efficaci e conosciuti consiste nel preparare tisane e infusi a base di camomilla, limone o alloro, aiutando a ridurre il gonfiore e calmare i fastidi. Validi prodotti naturali sono anche lo zenzero, la valeriana, la liquirizia e i semi di finocchio.

Se il mal di stomaco si presenta in forma occasionale, i rimedi casalinghi sono ottimi, ma se ripetuti nel tempo e con intensità elevata, per approfondirne le cause è necessario l’intervento del medico, il quale provvederà a indagare con analisi del sangue e le indagini diagnostiche specifiche.